PALCO WINE&FOOD
TORNA IL PALCO WINE & FOOD DI COLLISIONI

SABATO 30 GIUGNO E DOMENICA 1 LUGLIO
CORTILE DEL CASTELLO DI BAROLO
TUTTO SOLD OUT


  

Torna anche quest'anno il palco Wine & Food di Collisioni. Una non stop di degustazioni, assaggi, canzoni,  dedicata ai tesori dei grandi vini e dei grandi prodotti food italiani completamente gratuita, sabato 30 giugno e domenica 1 luglio presso il cortile del Castello di Barolo. Chef da diverse regioni italiane, grandi produttori di vini, consorzi e associazioni che incontreranno il pubblico  nel cortile del Castello, tra assaggi di grandi salumi e formaggi dop dal Piemonte e da tutta l'Italia, focacce gourmet, cioccolato, torte di nocciola, grappa, ma anche pesto ligure, trofie trafilate al bronzo, Castelmagno, prosciutto di San Daniele, peperoni cruschi, ciauscolo, soppressate e olive ascolane:  piatti preparati in diretta, dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia, dalle Marche, alla Basilicata, Sardegna, Liguria, Toscana e Abruzzo, con la presenza delle istituzioni regionali. Il palco wine and food, paradiso di tutti i golosi di Collisioni, celebrerà il 4° senso in modo divertente e nuovo, tra assaggi, talk show, ma anche canzoni e performance artistiche. A guidarci in questo viaggio sul palco sarà Lorena Antonioni, piemontese DOC, attrice, autrice e reporter di viaggi in Donnavventura, storico programma di Rete 4.          

SABATO 30 GIUGNO

ORE 12.00 - SOLD OUT
SOGNANDO IL MARE A BAROLO: I grandi prodotti food della regione Liguria incontrano alcuni grandi produttori di vini bianchi del Piemonte e della Sardegna.

In Piemonte c’è tutto. Ottima cucina, ottimo vino, paesaggi mozzafiato. Si però manca qualcosa: il mare! E così a Collisioni fingeremo per un attimo di essere insieme al mare, sulla spiaggia di Barolo, con gli amici della Regione Liguria, i loro splendidi manicaretti, la focaccia del Consorzio di Recco, le trofie artigianali e il pesto di basilico genovese DOP. Saranno con noi anche gli amici della Sardegna con i grandi Vermentini, ma anche i prelibati bianchi Piemontesi come la Favorita di Gianni Gagliardo, il Riesling di Vajra e la Nascetta di Cogno. Per un aperitivo unico e balneare, accompagnati dalle note degli Autobuskers live sul palco Wine&Food di Collisioni.

ORE 14.00 - SOLD OUT
VIENI A BALLARE IN PUGLIA: I grandi vini della Puglia e i grandi chef regionali incontrano i formaggi DOP di Inalpi


Per la prima volta i grandi vini e i tesori della cucina di questa ricchissima e sfaccettata Regione saranno protagonisti del Palco Wine&Food di Barolo: dal Negramaro, al Nero di Troia, al Primitivo di Manduria, ai pregiati Rosati di Puglia. Potremo degustare i grandi vini accompagnati dai prodotti tipici rivisitati dagli chef pugliesi. Dalla parte piemontese, com'è nello spirito dell'incontro e dell'interscambio di Collisioni, assaggeremo i formaggi DOP: dalla Toma, al Bra Duro D'Alpeggio, al Raschera, adoperati in sfiziose ricette dello chef stellato Gian Piero Vivalda che esalterà la genuinità e le straordinarie qualità di questi formaggi, prodotti con latte alpino 100% italiano, nello stabilimento di Peveragno di Inalpi. E poi scopriremo l’ambizioso progetto di Coldiretti Cuneo: Green Experience, una certificazione collettiva pensata per una viticoltura ripensata e sostenibile.


ORE 16.00 - SOLD OUT
DALLE ALPI ALL’ADRIATICO: I grandi bianchi friulani e il prosciutto di San Daniele incontrano il Barolo e il Castelmagno di CIA Cuneo


Un grande incontro quello tra il Piemonte e il Friuli Venezia Giulia che celebra a Collisioni i 5 anni del loro gemellaggio. Due regioni alle estremità dell’arco alpino, che grazie alla dedizione, al lavoro e all'orgoglio contadino sono sinonimo di qualità ed eccellenza nel mondo. Impareremo a conoscere in questo incontro il Re dei Prosciutti crudi Italiani: il San Daniele, e lo assaggeremo con i grandi bianchi friulani, dal Pinot grigio alla Ribolla gialla, dal Sauvignon al Friulano, che hanno dato fama internazionale a questa meravigliosa regione. Grazie alla partecipazione di Confederazione Agricoltori Cuneo, assaggeremo il re dei formaggi, il Castelmagno d’Alpeggio la Valliera, e lo abbineremo a sua maestà il Barolo dell’azienda Raineri e dell’azienda Sordo e al Nebbiolo Colline Novaresi DOC di Enrico Crola. Un incontro di sapori ed eccellenze, che saprà conquistare i vostri sensi, portandovi nel cuore del Made in Italy dell'agricoltura italiana che ha conquistato il mondo. 

ORE 18.00 - SOLD OUT
IT’S WINE O CLOCK: Asti Secco - Le bollicine ufficiali di Collisioni con i prodotti food di CIA Cuneo


L'uva moscato, aromatica e dolce, è il vero oro delle colline piemontesi, tra Canelli, Santo Stefano e Mango. Da questa uva così legata al Piemonte nascono tre vini: Il Moscato d'Asti, l'Asti dolce, le bollicine italiane naturalmente dolci più brindate al mondo, e l'Asti secco, uno spumante che pur finendo il suo viaggio nel palato su una nota secca, conserva tutti gli aromi di frutta della sua uva. Sarà un’esperienza sensoriale, tra abbinamenti sorprendenti, e vere e proprie collisioni di gusto. A stuzzicarvi con la dolcezza della sua arte, sarà lo chef di Barolo Giorgio Politanò, con gli amici del Consorzio dell’Asti DOCG, i produttori di Cia Cuneo. Assaggeremo le Nocciole tostate Igp del Consorzio Tutela Langarola Classica Nocciola dell’Alta Langa e le torte di castagna dell’azienda agricola Marco Bozzolo. Chiara dello Iacovo, cantante astigiana, ci allieterà con la dolcezza della sua splendida voce. Ma non ci prenderemo sul serio e ci sarà da ridere, perché un aperitivo senza umorismo è come uno spumante senza bollicine...


DOMENICA 1 LUGLIO

ORE 12.00 - SOLD OUT
TRA VINO E POESIA: L’Aglianico del Vulture incontra il Barolo con i grandi prodotti food lucani


A Collisioni avremo il piacere di ospitare i grandi produttori dell'Aglianico del Vulture, grande rosso del sud che nasce nelle terre del vulcano. Lo assaggeremo insieme ai grandi vini del Consorzio Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe, Dogliani, abbinandoli ai prodotti della Regione Basilicata, come il Caciocavallo Podolico, le soppressate e il peperone crusco, trasformati per noi dai grandi chef della Regione Basilicata. L'attore Valter Contiero ci condurrà in un viaggio alla scoperta delle più belle liriche con cui i poeti di ogni tempo e latitudine hanno celebrato il nettare di Bacco. 

ORE 14.00 - SOLD OUT
L'ARTE DI INVECCHIARE: Le grandi annate di Castelmagno, Barolo, Amarone, Montepulciano e Grappa Berta.


Oggi la giovinezza è celebrata ovunque. Questo incontro è dedicato alla bellezza e alle meraviglie dell'invecchiamento. Dalle grandi annate del Barolo de Lo Zoccolaio e di Rivetto, all'Amarone delle Famiglie Storiche rappresentate da Sabrina Tedeschi, al vino nobile di Montepulciano di Caterina Dei; grandi vini che esprimono il meglio di sé nel riposo in botte. Li abbineremo al Castelmagno, re dei formaggi piemontesi, recentemente scelto come formaggio ufficiale del Bocuse D'Or che assaggeremo in stagionature a 4, 12 e 36 mesi. E infine il nostro viaggio si concluderà con la degustazione della grappa, invecchiata in barili di 100 litri, raccontando la meravigliosa epopea piemontese della grappa Berta.

ORE 16.00 - SOLD OUT
BIANCO O ROSSO?: I grandi vini delle Marche incontrano i grandi vini del Monferrato, con la presenza degli Chef marchigiani.


Bianco o rosso? Sembra una domanda esistenziale. Grazie alla presenza a Collisioni dell'Istituto Marchigiano Vini, con il presidente Antonio Centocanti, il direttore Alberto Mazzoni e il giornalista e storico Carlo Cambi, andremo alla scoperta di questo splendido bianco italiano: il Verdicchio dei Castelli di Jesi, senza dimenticare i particolari vini rossi di questa regione come il Rosso Conero. Assaggeremo grazie agli chef marchigiani: la famosa Oliva Ascolana, il Prosciutto di Carpegna DOP, il formaggio di Fossa Santa Caterina, la Casciotta di Urbino DOP, l’olio extra vergine di olive marche IGP e tante altre prelibatezze di questa terra di colline, vigne e mare. A fare gli onori di casa per il Piemonte sarà Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato. Terra di grandissimi rossi, come la Barbera d'Asti, il Ruchè e i Grignolino.

ORE 18.00 - SOLD OUT
BREAD RELIGION: La focaccia gourmet e i biscotti di farina Petra incontrano il cioccolato Baratti e i grandi vini italiani.


Verde come l'origano. Bianca come la mozzarella. Rossa come il Pomodoro. La pizza è il simbolo dell'Italia nel mondo ed è quasi la sua seconda bandiera. A Collisioni, grazie a Farine Petra, scopriremo Petra Evolutiva una farina di grano tenero biologico e siciliano, macinato in purezza nel molino della famiglia Quaglia. Avremo l'occasione di assaporare e imparare i segreti di impasti speciali: biscotti abbinati allo storico cioccolato piemontese Baratti&Milano con la presenza di Gigi Padovani e le focacce gourmet, preparate dallo chef della pizza: Giuseppe Rizzo. Ad accompagnare queste prelibatezze, i grandi vini dell'Enoteca Regionale Emilia Romagna come il Lambrusco DOC secco di Medici Ermete. Ma assaggeremo anche l’ottimo Grignolino del Consorzio Colline del Monferrato Casalese, l’Etna bianco di Cusumano e il Viognier di Omina Romana.

ORE 20.00 - SOLD OUT
Versi Divini – I grandi bianchi dell’Abruzzo incontrano i grandi rossi delle Langhe.

Due regioni accomunate dalla straordinaria ricchezza culturale, artistica e gastronomica. L’Abruzzo, un’autentica perla racchiusa tra il mare e la montagna, rappresentata dai grandi vini bianchi del Consorzio: il Pecorino, la Passerina e il Trebbiano d’Abruzzo, accompagnati dalle prelibatezze gastronomiche della Regione, dai tipici arrosticini cotti alla griglia, ai formaggi saporiti fino all’olio extravergine d’oliva dop, considerato l’oro verde del territorio; e Le Langhe piemontesi, primo paesaggio vitivinicolo italiano ad aver conquistato il  prestigioso riconoscimento Unesco, con gli eccellenti rossi del Consorzio Barolo invidiati in tutto il mondo: il Barbaresco, il Barolo e il Dogliani. Un incontro di gemellaggio e interscambio all'insegna dell'amicizia tra due regioni che hanno scelto di puntare sull'agricoltura di qualità. E un viaggio alla scoperta del piacere raccontato dai versi di scrittori e poeti, autentici testimoni del tempo.